La prospettiva centrale

Riccardo Falcinelli va a fondo della questione nel libro “Figure”:

“Si dice che qualcosa è centrato perché instaura rapporti privilegiati con la cornice che gli sta intorno. Non a caso l’etimologia della parola viene dal greco kentron, ossia l’aculeo del compasso dove intorno si delimita la circonferenza. In altre parole esiste un centro solo se c’è uno spazio dato, definito, anche soltanto a occhio. Il centro è dunque una consuetudine storica, che si basa però su una predisposizione psicologica”.

Continua, Falcinelli, con un esempio semplice quanto chiaro:

“Un pallino al centro del campo ci comunica un senso di stasi e calma, perché sappiamo che una cosa ben piantata è solida, spesso inamovibile. Un pallino decentrato diventa invece, subito, un’immagine dinamica, instabile e anche inquieta. Ci sentiamo dentro un movimento potenziale”.

Il centro nella scrittura

Il centro è una sorta di trionfo, anche nella scrittura: in un testo allineato a sinistra possiamo far brillare una frase allineandola al centro,

salterà subito all’occhio.

Se una parola o una frase si trova al centro di uno schema, o un layout, è perché deve stare lì. Proprio come un titolo scritto con caratteri più grandi rispetto al resto del testo, c’è una sorta di importanza da comunicare. Una solennità. Scrivere un intero testo con l’allineamento centrato, tuttavia, può creare problemi di lettura, perché troppe cose, al centro, fanno danni. È come se in un torneo ci fossero più vincitori, non ci sarebbero bellezza, sofferenza, gioia e ansia, perché il vincitore è sempre e solo uno. Anche nella scrittura.

Prendere le distanze dalla prospettiva centrale è possibile, anzi, è un gesto di creatività. Se c’è l’intenzione di far percepire una precisa tensione o un significato di movimento, si può anche uscire dal foglio, o dalla cornice, usando il centro solo come punto di riferimento immaginario. E possiamo scrivere e disegnare ovunque, consapevoli che ogni ovunque ha un preciso significato. Scriviamo nell’angolo in basso a destra di un foglio, quasi per non disturbare, scriviamo in alto a destra della pagina un promemoria, scriviamo al centro un ti amo, scriviamo cose nella posizione che riteniamo più giusta. Lo faremo sempre, ne sono certo, considerando il punto centrale della nostra cornice, o del foglio, o del layout, che poi sono la stessa cosa.